Home » Guide Trading » Wallet Criptovalute: Cosa sono e come funzionano

Wallet Criptovalute: Cosa sono e come funzionano

Tutto quello che devi sapere sui Wallet di Criptovalute

AUTORE: Francesco Maina

Questo documento è fornito esclusivamente a fini informativi e non deve essere interpretato come una sollecitazione o un invito ad acquistare o vendere qualsiasi tipo di strumenti finanziari o a partecipare a qualsiasi strategia di investimento.
Le informazioni contenute in questo documento non costituiscono consulenza finanziaria, di investimento o altra consulenza professionale. Non dovresti fare affidamento sulle informazioni fornite per prendere decisioni di investimento. Prima di prendere qualsiasi decisione di investimento, dovresti consultare un consulente finanziario indipendente per considerare la tua situazione finanziaria personale e i tuoi obiettivi di investimento.

Per chi acquista direttamente criptovaluta, sorge la necessità di conservare i propri token all’interno di Wallet di Criptovalute.

I Wallet sono portafogli virtuali per la conservazione delle criptovalute dotati di un sistema di crittografia che consentono sia di conservare le monete che inviare e ricevere pagamenti in maniera sicura.

Per investire in criptovalute serve quindi un Wallet?

La risposta a questa domanda è dipende. Un Wallet Criptovalute è indispensabile quando:

  • Vuoi acquistare e conservare criptovalute
  • Vuoi utilizzare le criptovalute per gli acquisti online
  • Vuoi inviare o ricevere criptovalute da amici e conoscenti

Se invece vuoi investire in criptovalute con il trading online, il Wallet non è indispensabile. Infatti in questo caso opererai con i CFD, cioè i contratti per differenza speculando sulle variazioni di prezzo delle monete. Un esempio di trading CFD è quello offerto dal Broker eToro (sito ufficiale).

Acquista Cripto ai prezzi più bassi garantiti

Disclaimer: Gli investimenti in criptoasset sono altamente volatili e non regolamentati in alcuni Paesi dell’UE. Non c’è protezione per i consumatori. Possono essere applicate imposte sui profitti.

In questa guida ai Wallet Criptovalute, scoprirai cosa sono e come funzionano questi strumenti, quali sono i migliori Wallet e come sceglierlo in base alle tue esigenze.

Cos’è il wallet?

Per wallet si intende un portafogli elettronico in grado di contenere i token acquisiti e permettere di inviarli o riceverli in assoluta sicurezza. In pratica possiamo paragonarlo ad una cassaforte digitale, provvista di una combinazione, le cosiddette chiavi private.  

Sul mercato sono presenti Wallet di vario genere. Alcuni sono di tipo hardware, dispositivi molto simili ad una semplice chiavetta USB, altri software, da installare sul proprio dispositivo, si tratti di personal computer o smartphone.

wallet criptovalute 1024x598 1

Il loro funzionamento è però identico: in pratica consentono la sincronizzazione delle operazioni su più dispositivi in maniera tale da poter non solo inviare, ma anche ricevere le informazioni in grado di identificare le criptovalute possedute.

Come funziona un wallet?

In linea generale, i wallet sono disponibili sotto forma di software o hardware. Le diversità di funzionamento tra l’uno e l’altro non devono comunque far perdere di vista un dato: tutti i portafogli elettronici sono ideati con il preciso intento di fornire un accesso sicuro al loro contenuto.

Erroneamente si pensa che ad essere custoditi siano i token, ma in effetti non è così.

Il wallet, infatti, contiene al suo interno informazioni. Ovvero quelle necessarie al fine di effettuare transazioni in denaro virtuale. Mentre le criptovalute sono contenute all’interno della blockchain.

Chiavi pubbliche e private: qual è la differenza?

Il wallet, quindi, contiene soltanto le informazioni relative alle chiavi pubbliche e private di cui necessita ogni transazione che prevede l’impiego di denaro virtuale.

Qual è la differenza tra di esse?

Le chiavi pubbliche rappresentano l’equivalente di un indirizzo di posta elettronica. Si tratta in pratica di una stringa di caratteri alfanumerici la quale può essere condivisa con terzi, senza compromettere la sicurezza del Wallet.

Grazie ad essa è possibile dare vita ad operazioni di compravendita delle criptovalute, oppure il loro trasferimento. Per farlo può essere usato un indirizzo associato al portafogli elettronico, rappresentante una versione compressa della sua chiave pubblica.

A differenza di quelle pubbliche, le chiavi private non vanno invece rese note ad estranei. Possono quindi essere considerate la password del wallet.

E’ proprio grazie ad esse che diventa possibile accedere nel wallet e disporre del suo contenuto.

Le chiavi private devono essere conservate al sicuro

Proprio quanto abbiamo appena detto delle chiavi private fa capire perché esse debbano essere tenute nascoste ad estranei.

Per farlo occorre seguire una serie di precauzioni, a partire dalla necessità di non tenerle sotto forma di informazione sul proprio dispositivo. Non a caso gli hacker utilizzano accorgimenti e strategie per cercare di entrare nel sistema e carpirne le informazioni presenti, tra cui proprio le chiavi private.

Oltre a poter essere sottratte, le chiavi private possono anche essere smarrite. Se ciò sembra impossibile, occorre sapere che Stefan Thomas, un programmatore di origine tedesca di stanza a San Francisco, ha smarrito il foglio su cui aveva scritto la password di accesso al suo wallet. Al cui interno sono contenuti oltre 7200 Bitcoin.

Basta moltiplicarli per l’attuale valore di BTC per capire come si tratti di centinaia di milioni di dollari!

I wallet criptovalute ospitati

I portafogli elettronici, come abbiamo già ricordato, sono solitamente suddivisi in hardware e software. Se queste sono le tipologie principali, al loro interno si possono operare ulteriori distinzioni. In particolare, vanno ricordati i wallet ospitati, ovvero quelli offerti dagli exchange ai loro utenti.

Ad esempio, alcuni dei più famosi wallet ospitati sono quello offerto gratuitamente dalla Piattaforma eToro.

Disclaimer: Gli investimenti in criptoasset sono altamente volatili e non regolamentati in alcuni Paesi dell’UE. Non c’è protezione per i consumatori. Possono essere applicate imposte sui profitti.

Come aprire un Wallet Criptovalute

Vediamo subito quali sono i passaggi per aprire un Wallet criptovalute prendendo in considerazione il Wallet eToro, particolarmente adatto ai principianti.

Wallet Criptovalute eToro: Guida Rapida

  • Registrati su eToro
  • Verifica la tua identità
  • Deposita fondi
  • Scarica l’App eToro Wallet
  • Trasferisci Criptovalute sul Wallet

Disclaimer: Gli investimenti in criptoasset sono altamente volatili e non regolamentati in alcuni Paesi dell’UE. Non c’è protezione per i consumatori. Possono essere applicate imposte sui profitti.

eToro Wallet è il servizio offerto dalla piattaforma di trading eToro per chi vuole acquistare e tenere criptovalute per il lungo periodo. Potrai acquistare oltre 120 criptovalute e utilizzarle anche per inviare e ricevere pagamenti o per gli acquisti online.

Per aprire un eToro Wallet, segui questi passaggi:

  1. Registrazione Per prima cosa, dovrai registrarti su eToro. Vai al sito ufficiale di eToro e clicca su “Unisciti Ora” o “Registrati”. Dovrai fornire i tuoi dati personali come nome, indirizzo e-mail e numero di telefono.
  2. Verifica dell’identità Dopo la registrazione, eToro richiederà la verifica della tua identità. Questo è un passaggio importante per la sicurezza del tuo account. Potrebbe essere necessario caricare una copia del tuo documento d’identità (carta d’identità, passaporto o patente di guida) e un documento che dimostri il tuo indirizzo (come un conto della luce o un estratto conto bancario).
  3. Deposito fondi Una volta verificato il tuo account, dovrai depositare dei fondi per iniziare a fare trading. Il deposito minimo su eToro è generalmente di 200 dollari. Puoi depositare fondi tramite vari metodi, tra cui carta di credito/debito, PayPal, bonifico bancario, ecc.
  4. Apertura del Wallet di Criptovalute Per aprire il tuo portafoglio di criptovalute, dovrai scaricare l’app eToro Wallet dal tuo app store (Google Play o App Store). Una volta installata l’app, accedi con i tuoi dettagli di accesso eToro.
  5. Trasferimento delle Criptovalute Ora puoi trasferire le tue criptovalute nel tuo eToro Wallet. Per fare questo, vai alla sezione “Portafoglio” sul tuo account eToro, seleziona la criptovaluta che desideri trasferire, clicca su ‘…’ e poi su ‘Trasferisci a Wallet’.
  6. Gestione del Wallet Nel tuo eToro Wallet, puoi gestire le tue criptovalute. Puoi vedere il saldo del tuo portafoglio, inviare e ricevere criptovalute, e convertire una criptovaluta in un’altra.

Come scegliere un wallet?

Prima di acquistarne uno, occorre però cercare di individuare il wallet in grado di rivelarsi più aderente alle proprie esigenze.

I criteri da seguire in questa fase sono i seguenti:

  • il livello di sicurezza. Ogni wallet ha le sue caratteristiche da soppesare con attenzione. Se non si sa come procedere, si possono ascoltare i consigli degli esperti;
  • la compatibilità con le varie criptovalute. Alcuni portafogli sono compatibili con molti coin, altri permettono una scelta più limitata. Si dovrebbe scegliere anche sulla base delle valute su cui si intende investire;
  • le commissioni. In alcuni casi vengono impostate in automatico al fine di agevolare la transazione, in altri si può personalizzarle;
  • il supporto clienti. Si tratta di un aspetto troppo spesso sottovalutato, in quanto l’aiuto di un servizio di assistenza può rivelarsi molto importante.

Attenzione al backup!

A volte il computer si rompe, oppure si possono verificare problemi legati al software. Senza contare la possibilità che un hacker provveda a criptare il dispositivo per chiedere un riscatto (ransomware). In questo caso occorre prevenire problemi mediante il backup del proprio wallet per criptovalute.

Solitamente i wallet per Bitcoin chiedono la generazione e registrazione di una frase di 12 parole per poter effettuare il salvataggio, in altre la frase può essere di 24 caratteri.

Fare il backup è importante anche per un altro motivo: il dispositivo può essere infatti rubato o, addirittura buttato per distrazione. E’ quanto accaduto a James Howells, un cittadino di Newport (Galles), che nel 2013 ha erroneamente buttato il suo laptop in una discarica. All’interno del dispositivo erano però conservati più di 7500 Bitcoin acquistati quattro anni prima. Basta fare il calcolo per capire il valore corrispondente alla quotazione attuale di BTC.

Perché è importante avere un wallet

Abbiamo quindi spiegato cos’è un wallet e molti aspetti ad esso legati. Non resta quindi che ricordare la sua importanza per chi intende fare trading diretto di criptovaluta. Approfittando magari delle opportunità prospettate da eToro.

Il broker israeliano consente ormai da tempo di investire in vari modi sulle criptovalute. La piattaforma, infatti, consente di aprire Contract for Difference (CFD) sulle varie valute virtuali, oltre ad uno strumento innovativo come il Crypto Portfolio. Inoltre permette di acquistare BTC e Altcoin mantenendole su un wallet dedicato.

Il modo migliore di investire in criptovaluta limitando al massimo il rischio collegato a questo genere di trading, consiste proprio nell’apertura di un conto su eToro, pratica portata avanti da milioni di trader in ogni parte del globo.

Scopri le Strategie dei Migliori Trader su eToro

Oggi puoi fare trading online copiando le strategie di investimento di trader professionisti

Il 81% degli utenti che fanno trading CFD perdono il proprio denaro con questo fornitore. Valuta attentamente se puoi permetterti questo tipo di investimento

Disclaimer

eToro è una piattaforma multi-asset che offre sia investimenti in azioni e criptovalute, sia trading di CFD.

Tieni presente che i CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 81%% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

La performance passata non è un'indicazione dei risultati futuri. La cronologia di trading presentata è inferiore a 5 anni completi e potrebbe non essere sufficiente come base per la decisione di investimento.

Il copy trading è un servizio di gestione del portafoglio, fornito da eToro (Europe) Ltd., che è autorizzato e regolamentato dalla Cyprus Securities and Exchange Commission.

Gli investimenti in criptoasset sono altamente volatili e non regolamentati in alcuni Paesi dell'UE. Non c'è protezione per i consumatori. Possono essere applicate imposte sui profitti. Il tuo capitale è a rischio.

eToro USA LLC non offre CFD, non fornisce alcuna dichiarazione e non si assume alcuna responsabilità in merito all'accuratezza o alla completezza del contenuto di questa pubblicazione, che è stata preparata dal nostro partner utilizzando informazioni non specifiche di eToro disponibili al pubblico.